SERGIO MARCHISIO

Immagine profilo del docente

Biografia

Curriculum

Professore ordinario di diritto internazionale, ha iniziato nel 1973 la carriera accademica nelle Università di Firenze e Camerino, dove, dal 1977, ha iniziato a insegnare il diritto internazionale. Nel 1979 ha vinto il concorso nazionale a professore di prima fascia per il settore scientifico-disciplinare IUS 13 ed è stato chiamato a insegnare il diritto internazionale, e materie affini, nelle Università di Camerino, Perugia e, nel 1997, nell'Università Sapienza di Roma. Dal 1998, Membro del Collegio dei docenti del dottorato di ricerca in Diritto pubblico, comparato e internazionale dell’Università Sapienza di Roma. Dal 2014, Professore e Membro del Collegio Accademico della Scuola Superiore di Studi Avanzati della Sapienza.
Dal 2012, Membro della Giunta del Dipartimento di Scienze politiche e, dal 2015, della Giunta della Facoltà di Scienze politiche dell’Università Sapienza.
Nel 2011-2012 è stato membro, su nomina del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca (MIUR), del Gruppo GEV-ANVUR di valutazione dei prodotti della ricerca per le scienze giuridiche (VQR 2007-2011).
Co-direttore del Master di II livello in Istituzioni e Politiche spaziali organizzato da SIOI-ASI e CNR. Membro del Consiglio scientifico del Master IDEST Droit des Activités Spatiales et des Télécommunications, dell’Università Paris Saclay.
Direttore del Master di II livello in Tutela internazionale dei diritti umani Maria Rita Saulle, istituito nel 2001, e del Corso di formazione su Rifugiati e migranti, organizzato in collaborazione con Caritas Roma, CIR, UNHCR, istituito nel 1992. Dal 2017, è Direttore del Corso di alta formazione sul Ruolo delle donne nei processi di pace e nella mediazione dei conflitti per la tutela dei diritti umani, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Attualmente è docente di diritto internazionale e dell'Unione europea presso la Università UNINT e insegna Space Law all'Università Sapienza di Roma. È stato Professore a contratto di Diritto dell’Unione europea nella Facoltà di Giurisprudenza della LUISS di Roma (1995-2015).
Nel 1994 ha fondato, e diretto fino al 2011, l’Istituto di studi giuridici internazionali (ISGI) del CNR, svolgendo ricerche di interesse nazionale e internazionale, tra cui “La prassi italiana di diritto internazionale, III serie”, pubblicata nel 1995 in 8 volumi.
Membro del Comitato scientifico della Scuola di Politica Internazionale Cooperazione e Sviluppo (SPICeS) della FOCSIV. Docente del Master in Nuovi orizzonti di cooperazione e diritto internazionale della SPICeS.
Esperto giuridico del Ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, ha partecipato, in qualità di delegato, a varie conferenze internazionali, tra cui: Conferenza delle Nazioni Unite su ambiente e sviluppo (UNCED), Rio de Janeiro 1992; Conferenza diplomatica delle Nazioni Unite per l’istituzione di un Tribunale penale internazionale, Roma 1998. Tra il 2002 e il 2012 ha presieduto il Comitato di esperti governativi per il Protocollo UNIDROIT sui beni spaziali alla Convenzione di Città del Capo del 2001. Eletto presidente del Comitato plenario della Conferenza di Berlino che ha adottato il Protocollo.
Dal 1997 è Delegato italiano al Comitato delle Nazioni Unite per l’uso pacifico dello spazio extra-atmosferico (COPUOS, Vienna), e, in particolare, al Sotto-Comitato giuridico (LSC), del quale è stato presidente (2004-2007). Dal 2007 è Presidente dell’European Centre for Space Law (ECSL) presso l’Agenzia spaziale europea (ESA) di Parigi.
Dal 2007 al 2015, è stato Delegato italiano al CODUN del Consiglio dell’Unione europea. Tra il 2007 e il 2015, delegato italiano al negoziato sul Codice internazionale di condotta sulle attività spaziali (ICoC). Nel 2015, è stato eletto presidente della conferenza multilaterale sul Codice presso le Nazioni Unite a New York.
Nel 2012 è stato nominato nel Gruppo di esperti governativi (GGE) sulle misure di trasparenza e costruzione della fiducia nello spazio (TCBMs) istituito dall’Assemblea generale ONU con ris. 65/68. Nel giugno del 2018, nominato nel GGE sulla prevenzione della corsa agli armamenti nello spazio extra-atmosferico, istituito con la risoluzione 72/250.
Dal 19 aprile 2012 è Membro della Corte permanente d’arbitrato. È stato membro della Sezione italiana della Commissione internazionale per lo stato civile (CIEC) fino al 2014.
Dal 2014 al 2018 è stato Membro del Consiglio d’amministrazione dell’Agenzia spaziale italiana.
Dal 2016 è Membro dell’Advisory Council dell’European Space Policy Institute (ESPI). Dall’ottobre 2019 è General Counsel dell’International Astronautical Federation (IAF).

Appartenenza ad associazioni e gruppi di ricerca

E' responsabile scientifico di due progetti di ricerca presso Università Sapienza di Roma, uno cofinanziato dall’Agenzia spaziale italiana (Outer Space Law for Sustainable Development) e il secondo Grant HORIZON 2020 dell'Unione Europea (LC-CLA-05-2019: Human dynamics of climate change), nell'ambito del consorzio di ricerca per il progetto “HABITABLE - Linking Climate Change, Habitability and Social Tipping Points: Scenarios for Climate Migration”. Membro della Società italiana di diritto internazionale, di cui è stato Segretario Generale dal 2003 al 2011, e dell'American Society of International Law. Membro dell'International Academy of Astronautics e dell'European Centre for Space Law presso l'Agenzia spaziale europea di Parigi, di cui è Chairman dal 2007.